Lunedì, Febbraio 06, 2023
   
Text Size

RotaSearch

Selezione Mensile di Informazioni Rotariane

...FEBBRAIO 2023 ...

 

Mese della costruzione della Pace e prevenzione dei conflitti

 

 

L'obiettivo del Rotary oggi è quello di creare ambienti in cui la pace possa essere costruita e mantenuta attraverso attività sostenibili e misurabili nelle comunità di tutto il mondo. La costruzione della pace rimane una pietra miliare della nostra missione come organizzazione di servizio umanitario.

Da una risoluzione che precedeva la Prima Guerra mondiale, che chiedeva “il mantenimento della pace” al nostro continuo supporto per i Centri della pace, il Rotary e i suoi soci hanno una lunga storia di promozione della pace e di impegno per affrontare le cause alle basi dei conflitti nelle comunità di tutto il mondo.

I Rotariani di Hamilton, Ontario, Canada, prima della Convention Rotary del 1914, proposero all'Associazione internazionale dei Rotary Club (adesso Rotary International) “di prestare la sua influenza nel mantenimento della pace tra le nazioni del mondo”. I delegati alla convention, che ebbe luogo poche settimane dopo l'inizio della guerra in Europa, concordarono.

Si trattò di una dichiarazione coraggiosa per una organizzazione relativamente giovane, che era diventata internazionale solo due anni prima, e che era presente solo in pochi Paesi.

Con il ricordo della Grande Guerra ancora fresco nelle loro menti, i delegati alla Convention Rotary 1921 di Edimburgo, Scozia, emendarono lo statuto dell'associazione per includere l'obiettivo di "aiutare l'avanzamento della pace e comprensione internazionale e la buona volontà attraverso relazioni amichevoli tra uomini d'affari e professionisti di tutte le nazioni uniti nell'ideale di servizio del Rotary”.

I delegati alla Convention del 1922 apportarono enormi cambiamenti allo Statuto del Rotary International e allo Statuto tipo del Rotary club. Gli obiettivi separati per questi statuti vennero sostituiti dallo Scopo del Rotary. Il nuovo approccio, tuttavia, mantenne la visione per la pace.

Il fondatore del Rotary, Paul Harris, riconobbe il legame tra la comprensione internazionale e la pace. In un messaggio alla Convention del 1921, Harris scrisse: “Il Rotary crede che quanto più una popolazione riesce a comprendere la gente di altre nazioni, tanto minori sono le probabilità di attrito, e il Rotary incoraggerà la conoscenza e le amicizie tra individui di nazioni diverse”.

Le borse di studio per laureati in altri Paesi sono diventate il primo programma della Fondazione Rotary nel 1947. L'idea di mandare all'estero uno studente per almeno un anno di studi universitari faceva parte di un impegno per incoraggiare ulteriori studi e promuovere una maggiore comprensione tra persone di cultura e nazionalità differenti.

Dopo la morte di Harris, quell'anno, le donazioni alla Fondazione Rotary cominciarono a riversarsi nella Sede centrale del RI (Harris aveva richiesto donazioni invece di fiori). Il Paul Harris Memorial Fund venne designato per il programma di borse di studio appena creato.

Il programma, chiamato The Paul Harris Foundation Fellowships For Advanced Study, finanziò 18 borsisti nel suo primo anno. Più avanti il programma divenne noto come Borse degli Ambasciatori, e durò fino al 2013, quando le borse di studio post-laurea vennero incorporate nelle sovvenzioni distrettuali e globali.

Visualizza il sito in lingua inglese grazie a Google Visualizza il sito in lingua spagnola grazie a Google Visualizza il sito in lingua francese grazie a Google Visualizza il sito in lingua tedesca grazie a Google Visualizza il sito in lingua italiana grazie a Google

Distretto 2032 Italia

Club N.57786

Logo del Club